Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Venerdì, 13 Settembre 2019 21:25

Born to drive

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

34642275 236515727081954 6482551387195441152 o

Born To Drive.
 
 
 
Nato per guidare... Nati per guidare, tutti noi, appassionati delle magiche sensazioni che solo la guida sportiva sa regalare. 
La passione che ha sempre scandito la mia vita e quella di Francesco, l'altra metà di Born to Drive, che aggiunge alla medesima anche la voglia di riprendere e fotografare l'attimo, la staccata, la scodata i momenti salienti della guida sportiva... OVVIAMENTE. 

 

48410946 360089081391284 453427887941353472 o
Negli anni, ho scandito la mia vita sempre con la voglia di guidare e di conoscere gli artefici di questo mondo, partecipando a eventi di ogni tipo e conoscendo alcuni tra i nomi illustri dell'automobilismo sportivo, del passato e del presente. 
Interviste; Test drive; Rally; Vlog per portarvi a bordo con me, per farvi scoccare la scintilla della passione della guida. 
Il mio desiderio, riflesso, per come è ovvio che sia, sui miei mezzi. 
In particolar modo, voglio parlarvi della mia Twingo GT. 
15235563 10209980236136109 6905505594597053779 o
Un'auto abbastanza buffa è vero, ma che mi regala continue soddisfazioni proprio perché modificata per soddisfare le più sofisticate voglie di guida. 
Chiunque sale a bordo, resta incantato dall'effetto sorpresa di questa macchina. Nessuna velocità folle da supercar, è chiaro, ma quando entri in un misto stretto o in delle curve in sequenza ti rendi conto che ha l'asticella del limite di tenuta, spostata veramente molto in alto. 
Merito ovviamente delle modifiche che, da vero "malato", avevo in mente prima ancora di acquistarla. 
Internamente ho eliminato quasi tutto, fatta eccezione (e ci mancherebbe!) Del volante sostituito con uno a calice, adottato per migliorare la posizione di guida e dei sedili anteriori, provenienti da una Lotus Elise prima serie. 
68874283 10217418538128474 3248325079255220224 n
Pannelli porta alleggeriti e radio eliminata per far spazio alla dovuta strumentazione completano le principali modifiche interne, tutte finalizzate alla riduzione del peso. Perché da ammiratore della storia Lotus, Less is More è una religione. 
Esternamente, l'obiettivo era chiaro da prima dell'acquisto... GIALLO SIRIO, il colore delle Renault Sport che per "colpa" della passione di papà per la casa francese, è da sempre il mio preferito. Completano le modifiche esterne un set di Oz ultraleggera, le pinze gialle, la presa d'aria anteriore che va direttamente al filtro che ha preso il posto della batteria, spostata nel baule posteriore e la rimozione fendinebbia per dar spazio a dei condotti di areazione per l'impianto frenante che è adesso per intero quella della meglio dotata Twingo Rs. 
Il tutto è condito da un assetto a ghiera della Ap Racing, dal turbo maggiorato, intercooler frontale e adeguamento della mappatura motore.
Modifiche non esasperate, ma che abbinate a un alleggerimento di circa un centinaio di chili e un buon set di pneumatici la rendono una bella "scatoletta", per divertirsi in autodromi con basse velocità di punta e nei passi di montagna a me tanto cari (vedi Etna, la mia seconda dimora!). 
23331462 10213209849272339 8099386330972803218 o
Vi ho cosi raccontato in breve come rifletto la mia passione sulla mia Twingo.
Ho sempre trovato piacere a leggere le modifiche sui mezzi dei veri appassionati. 
Visto che con questo articolo inauguriamo il nostro sito. Vi invito a mandare la storia dei vostri mezzi che come detto riflettono anche la VOSTRA passione! 
51729485 384673855599473 2598736714826514432 o
Perché siamo #NATIPERGUIDARE.
Letto 307 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Settembre 2019 21:43
Altro in questa categoria: « Formula Predator's - Test

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Se mi vogliono sono così, di certo non posso cambiare: perché io, di sentire dei cavalli che mi spingono la schiena, ne ho bisogno come dell’aria che respiro